Da oltre dieci anni Leader nel settore in provincia di Grosseto
La Fenice Costruzioni / News / Ricostruzione post sisma, è legge il primo ‘decreto terremoto’

RICOSTRUZIONE POST SISMA, È LEGGE IL PRIMO ‘DECRETO TERREMOTO’

Stanziati 200 milioni di euro per la riparazione di prime e seconde case e 100 milioni per il differimento delle imposte e altri aiuti.

15/12/2016 – Via libera alla legge per la ricostruzione dei territori dell’Italia centrale colpiti dal terremoto del 24 agosto. La Camera ha dato l’ok definitivo al testo con 441 voti favorevoli e nessuno contrario.

Il voto rispecchia le intenzioni del nuovo Governo di dare priorità alle attività di ricostruzione e messa in sicurezza del territorio, in continuità con le iniziative già avviate.

Ricostruzione e lavori senza gara

La legge prevede che i Comuni possano affidare senza gara i lavori per il recupero del patrimonio artistico di importo inferiore a 40mila euro e assumere personale in deroga.

Vengono inoltre regolate le procedure per il noleggio dei container da installare nelle zone colpite in attesa della realizzazione delle casette.

Ricostruzione, in arrivo 300 milioni di euro

La legge stanzia 300 milioni di euro: 200 milioni per gli interventi di immediata necessità e 100 per coprire il differimento delle imposte e le altre misure di sostegno.

Possono accedere agli aiuti per la ricostruzione e la riparazione degli edifici sia le prime sia le seconde case e anche le imprese. All'interno del cratere del sisma, individuato dalla legge, sia le prime sia le seconde case possono accedere ad un contributo del 100% dei costi per la ricostruzione. Fuori dal cratere, il contributo del 100% spetta solo alle prime case e alle seconde case situate nei centri storici e nei borghi. In tutti gli altri casi il contributo ammonta al 50%.

Procedure per la ricostruzione

Il cittadino interessato presenta un progetto per la ricostruzione o riparazione di un immobile e la richiesta di contributo all’Ufficio Speciale per la ricostruzione. La domanda va corredata dalla scheda AEDES, che contiene i dati sui danni riportati dall’immobile e il livello di agibilità. L’Ufficio speciale per la ricostruzione verifica i requisiti e la congruità del progetto e del contributo che viene in seguito concesso con un decreto del Vice Commissario.

Se il progetto viene accettato, il cittadino chiede il prestito agevolato alla banca e sceglie l’impresa che effettuerà i lavori. La banca paga gli stati di avanzamento lavori all’impresa e i progettisti con un sistema tracciabile.

È inoltre prevista una procedura veloce attraverso la scheda FAST, utilizzabile fuori dalle zone maggiormente distrutte, perimetrate con ordinanza sindacale, dove sono necessari controlli più approfonditi.

Professionisti e imprese per la ricostruzione

Nei giorni scorsi, il Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione, Vasco Errani, ha stipulato una convenzione con Fintecna (Cassa depositi e Prestiti) e Invitalia (Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa) per reclutare 125 unità tecnico-ingegneristico qualificate. Sono inoltre in fase di reclutamento 40 dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Per poter lavorare alla ricostruzione, i professionisti devono risultare iscritti in un elenco speciale per evitare conflitti d’interessi tra incarico progettuale, direzione lavori e impresa. Allo stesso modo, le imprese devono essere preventivamente iscritte alle White list.

Ricostruzione, le regole per usufruire degli aiuti

Sono state inoltre pubblicate le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per utilizzare il credito d’imposta con le modalità del finanziamento agevolato riconosciuto agli interventi di ricostruzione e riparazione degli immobili.

Terremoto di ottobre

Ricordiamo che, dopo il sisma che ad ottobre ha nuovamente colpito il Centro Italia, sono stati stanziati 40 milioni di euro ed è stato approvato un altro decreto legge che consente interventi accelerati per il ripristino dell’agibilità degli edifici privati e per l’individuazione delle aree sui cui installare le strutture temporanee per far fronte all’esigenza abitativa.

FONTE EDILPORTALE.COM

Indietro
Richiedi un preventivo
Privacy
invia richiesta preventivo
Avanzamento
Grosseto - Via Prati/ via Settembrini
Grosseto - Piazza Esperanto
Grosseto - Via Udine
Feed Edilportale
©2015 LA FENICE COSTRUZIONI - Ristrutturazioni e costruzioni case e condomini
Realizzato da